Tra poche ore arriva l'ufficialità. Pronta la promozione in zona arancione e arrivano le riaperture di negozi, parrucchieri e altre attività. La Campania pronta ad uscire dalla zona con le maggiori restrizioni. E a cambiare sarà soprattutto la situazione delle scuole. Con la firma del Ministro Speranza ritornano in classe tutti gli studenti fino alle Superiori, dove è previsto almeno il 50% in aula. Da lunedì in tanti potranno riprendere a lavorare. Non i bar e i ristoranti, su questo versante resta tutto uguale. La Campania viaggia sotto la soglia critica dei 250 contagi cumulati settimanali ogni 100mila abitanti. Negli ultimi giorni i numeri sono cresciuti fino a quota 237. La regione è in zona rossa a causa del valore Rt (l’indice che misura la velocità di contagio) sopra 1,25 registrato nel penultimo monitoraggio. Per venire riclassificati in arancione è obbligatoria la «permanenza per quattordici giorni in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive». Negli ultimi due monitoraggi (9 e 16 aprile) l’Rt è sceso sotto la soglia critica. Non ci sono perciò ostacoli al ritorno in arancione. Tanto più che in Campania siamo sotto la soglia critica del 30% dei posti letto occupati in terapia intensiva da malati Covid.

cosa cambia

L'ufficialità

L'accusa

la diretta

La previsione

La previsione