“Cultura e senso civico i veri antidoti per sconfiggere corruzione e malavita”. E’ il messaggio che Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ha lasciato ai giovani di Torre Annunziata.

Al Liceo De Chirico il presidente dell’Anac ha incontrato gli studenti di Torre Annunziata per parlare del suo ultimo libro, “La corruzione spiegata ai ragazzi”, sottolineando come gli esempi reali abbiano molta più presa sui giovani rispetto ai discorsi altisonanti. Cantone ha raccontato di aver trovato spesso “una profonda disillusione“, però mai il disinteresse. Per far sì che il disinteresse non prendi il sopravvento, è necessario affidarsi alla cultura, l’unico mezzo in grado di poter tenere lontano la malavita.

All'incontro hanno partecipato Cesare Sirignano della Direzione Distrettuale Antimafia, il preside Felicio Izzo, Serena Francesca Bianco e Francesco Alessandrella della Libreria "Libertà", moderati dal presidente del Caffè Letterario "Nuove Voci" Andrea Palmieri. In platea autorità militari e religiose, il sindaco Enzo Ascione e l’assessore Emanuela Cirillo.

“La corruzione – ha spiegato il procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Cesare Sirignano - è un fenomeno che va sconfitto insieme ad una società civile che ha il compito di reagire. In questo senso le istituzioni hanno il compito di dimostrare di essere più affidabili”.

Cultura come rilancio. “Lo dico da sempre – ha detto il sindaco Enzo Ascione –. E se da un lato sono state apprezzabili le parole di Cantone, dall'altra credo che il procuratore Sirignano sia stato un po' troppo pessimista sulle possibilità che dalla politica ci possa essere qualche risposta positiva”.

Il messaggio chiave è però di Raffaele Cantone: “La cosa importante – ha detto – è che i giovani vedano che le istituzioni non siano lontane, chiedendo loro non di fare la loro parte ma di crederci. Attraverso la cultura, solo così si può davvero cambiare. Per cui – rivolgendosi ai giovani, a braccetto con il dirigente scolastico del “De Chirico” Felicio Izzo – studiate”.

vai al video

la visita di cantone