Dopo gli ultimi casi di positività si è tenuta una riunione dei sindacati degli operatori sanitari dell’ospedale San Leonardo di Castellammare. Le sigle Cgil, Uil, Fials, Fsi-Usae e Nursing.up hanno duramente attaccato il direttore sanitario del nosocomio stabiese.

“Ancora una volta prendiamo atto dell’incapacità gestionale di questo direttore sanitario, che ogni volta si rileva incapace di dare soluzioni credibili ai problemi di sicurezza dei lavoratori. Al San Leonardo esistono carenza ed inadempienze tali da mettere in pericolo sia gli utenti che i lavoratori (piano di evacuazione, sale operatorie, rischio chimico e biologico in tutti i reparti, dispositivi di sicurezza obsoleti e insufficienti, percorsi sporco/pulito insufficienti).

Dopo essersi dimostrato allergico agli incontri e dopo aver insultato i delegati che in emergenza chiedevano informazioni, a babbo morto ha deciso di convocare un incontro sulla sicurezza. Ma ci domandiamo quale credibilità possa avere un direttore che ogni giorno di più rileva l’inadeguatezza al proprio compito?”.

Infine la richiesta. “Chiediamo che venga assicurata ad horas la presenza di un interlocutore affidabile, che sappia creare le condizioni per un lavoro di collaborazione, nell’interesse della salute pubblica, che in questa drammatica fase non può aspettare”.

In procura

i controlli a tappeto

la reazione

l'allarme sanitario