Scende dall'auto e va diritto verso il ragazzo. Lo prende a calci. Il giovane prova a scusarsi: "Brigadiè non ho fatto niente". E' la voce che si sente flebile riecheggiare in un video girato da testimoni che assistono alla scena da un balcone. Prova a giustificarsi così un ragazzo fermato in strada a Terzigno da una pattuglia dei carabinieri. E' notte, è probabile che sia per un controllo durante il coprifuoco. Il giovane è solo. Il militare scende dall’auto e, senza un motivo apparente, inizia a prendere a calci il giovane invitandolo a tornare a casa. Si sentono anche degli insulti. 

Il video, che dura circa 20 secondo ed è diventato virale sui social nel giro di poche ore. Non si sa cosa sia accaduto prima e dopo, ma le immagini stanno destando interrogativi e indignazione.