Mario Casillo ed Enza Amato, rispettivamente capogruppo consiliare e consigliera del Partito Democratico in Regione, scrivono al presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca per rafforzare la rete ospedaliera di contrasto al Coronavirus in provincia di Napoli. 

I due consiglieri, si legge in una nota, si riferiscono all’Ospedale Camilliano 'Santa Maria della Pietà' di Casoria, punto di riferimento della sanità convenzionata nell’area a Nord di Napoli, che potrebbe essere inserito tra i presidi di emergenza, soprattutto in questo periodo nel quale, paradossalmente, è inattivo: "L'ospedale - scrivono Casillo e la Amato - è dotato di 115 posti letto accreditati e ha un organico in attivo di 200 unità tra medici, infermieri, operatori socio-sanitari. Dall'avvio dell’emergenza Covid 19 l’ospedale è fermo e dunque anche il personale. Si tratta di medici e figure sanitarie e tecniche di comprovata qualità, che operano da anni nel campo".

Per i due consiglieri proprio perché è evidente la situazione di difficoltà che stanno vivendo i sanitari e quella della struttura che dà loro lavoro e che di fronte alla esigenze di rafforzare le risorse umane impegnate negli ospedali e nei distretti territoriali napoletani, essi possono rappresentare una risposta immediata, in attesa che si completino tutte le procedure necessarie al reclutamento di nuovo personale. "Ciò premesso - concludono Casillo e la Amato nello loro lettera – ti chiediamo di valutare e prendere in concreta considerazione la disponibilità dell'ospedale a impegnare il proprio personale e la struttura per fronteggiare l’emergenza Covid 19 in modo ancora più incisivo, nel solco della linea da te intrapresa in queste settimane".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"