“Non siamo mai stati convocati da nessuna amministrazione, dal livello locale a quello nazionale, sebbene è un dovere della politica ascoltare le istanze dei cittadini e degli stakeholder soprattutto alla presenza di un investimento così importante”. Gli imprenditori di Pompei provano a rinsaldare le fila dopo essere stati messi da parte dal governo Renzi e quello Uliano sul caso hub che tiene banco da diversi giorni.

È convocata per il 14 gennaio alle 20, all’hotel Vittoria, una nuova riunione dove si incontreranno commercianti ed albergatori della città degli scavi. Tra questi la rappresentante Adap, Rosita Matrone, che lancia un affondo proprio al primo cittadino: “Un giorno dice una cosa, il giorno dopo un’altra, nonostante sia uno dei pochi che ha presenziato, sebbene non sempre, ai tavoli del grande progetto Pompei. Noi non ci precludiamo al piano, anzi, ma vogliamo conoscerlo nei dettagli, capire l’incidenza sul tessuto commerciale ed i benefici che potrebbe portare all’intera città”.

M5S: 'La nostra idea per l'area Unesco'

La discussione al PompeiLab

Meet up degli amici di Beppe Grillo: hub ferroviario e altre proposte

L'affondo di Gallo a Renzi

Summit al Comune

Incontro a Palazzo De Fusco

Delrio: 'Continueremo discussione con enti locali'

Adami: 'Persa occasione politica'

Audizione in Regione

Marciano: 'Consiglio monotematico'

D'Alessio: 'Avrei favorito il progetto'

Il 'no' di Uliano

Il vero problema di Pompei

Pica: 'Sostengo la tesi del sindaco'

Beatrice: 'Progetto non entusiasmante'