La querelle Giraud sta portando a polemiche fiume tra la società e il sindaco Starita. Dopo le parole di delusione di Arnaldo Todisco e il conseguente spostamento della presentazione dell'organigramma all'Eni Cafè, è il turno di Nazario Matachione, uno dei componenti della cordata oplontina. Di seguito ecco il duro comunicato diramato tramite l'ufficio stampa dall'imprenditore farmaceutico.

IL COMUNICATO

In relazione alla decisione del Sindaco di non concedere l’autorizzazione per lo svolgimento della conferenza stampa nella sala stampa dello stadio Giraud interviene anche il socio  della nuova società oplontina Nazaro Matachione.

“ Si tratta di una decisione assurda che non ha alcuna giustificazione valida. La considero una sorta di ”porta sbattuta in faccia” alla nuova società, ai tifosi alla città intera. Non riusciamo a capire i motivi di questa scelta che penalizza chi si sta attivando per riportare il calcio a Torre Annunziata. Ci sono imprenditori seri che arrivano da altre città che, insieme ad un gruppo di imprenditori locali, sta provando a far ripartire l’attività della prestigiosa squadra calcistica locale. Ma si trovano di fronte un Primo Cittadino che si mostra non collaborativo. Sembra di assistere ad una sorta di “cambio di passo” dell’attività del Comune nella gestione degli impianti sportivi  rispetto al passato. A tal proposito vogliamo vederci chiaro.  Chiederemo l’accesso agli atti per tutte le attività  che hanno coinvolto la gestione dello stadio Giraud e la vecchia società di calcio. Vogliamo capire quanto è stato introitato dal Comune per le iniziative che hanno visto impegnato lo stadio Giraud . Non vorrei-continua Matachione -che ci sia una sorta di “cambio repentino” da parte del Sindaco rispetto  alle politica a sostegno dello sport locale per la presenza, nella nuova società, di imprenditori locali. Se il problema è questo il Sindaco lo dica chiaramente. Siamo  disposti anche a fare passi indietro per il bene del Savoia , dei tifosi,  della città”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

La polemica