Siamo vicini alla famiglia Zampognaro che sta vivendo un momento difficile. Si tratta di una vicenda sulla quale questa amministrazione si riserva ogni giudizio”. È il commento del vicesindaco di Pompei, Pietro Orsineri, sul caso della famiglia Zampognaro. Giorni fa, la Confesercenti cittadina ha scritto una petizione che sta raccogliendo centinaia di firme e che sarà consegnata nelle mani del Presidente della Repubblica.

“Ci sono delle indagini in corso – ha continuato Orsineri – ed il nostro unico auspicio è che vengano, presto, appurate eventuali responsabilità. Per quanto di nostra competenza non faremo mancare il supporto e resteremo accanto alla famiglia nell’evolversi della vicenda”.

BLITZ DI IERI. “Ieri mattina non c’è stato alcun accesso agli atti, notifica o qualsiasi altra operazione di polizia”. Arriva a stretto giro anche la replica del sindaco Nando Uliano in merito ai controlli che ci sarebbero stati a Palazzo De Fusco, anche se diversi testimoni confermano l’indiscrezione che i militari e gli agenti di polizia sono stati presenti negli uffici comunali.

Secondo il primo cittadino del comune mariano: “Le forze dell’ordine hanno sostato nei pressi del Comune per coordinare i controlli da effettuare sul territorio, nello specifico, per le verifiche ai danni di alcuni parcheggi che operano su via Plinio”.

Non manca poi una stoccata ai consiglieri di opposizione: “È grave che notizie non verificate vengono diffuse con la complicità di qualche consigliere comunale di minoranza che non avendo argomenti politici concreti con cui attaccare l’amministrazione preferisce lanciarsi a capofitto in querelle strumentali”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Forze dell'ordine a Palazzo De Fusco