Ha tentato di placare una lite e ha finito quasi per essere uccisa con due coltellate. 

E' accaduto a Simona Mellone, 19enne del piano Napoli di Boscoreale. Ha ancora negli occhi quella scena di terrore che si è palesata dinanzi ai suoi occhi. I fendenti, il sangue, la corsa in ospedale. 

Dopo l'arresto della 22enne ritenuta responsabile della brutale aggressione Simona, i cui interessi sono stati curati dall'avvocato Anna Fusco, ha accolto con soddisfazione l'esito delle indagini degli inquirenti. 

"La giovane è intervenuta soltanto per sedare una lite - ha spiegato l'avvocato - e si è ritrovata accoltellata alla schiena e a un polmone. Avevo chiesto l'applicazione di una misura cautelare ma tenendo conto che non è la prima volta che questa persona ha fatto determinate cose, avevamo sperato in qualcosa di più restrittivo". 

La 22enne ora dovrà rispondere di tentato omicidio. Ad incastrarla, le immagini di videosorveglianza che hanno documentato la scena. Secondo quanto si evince dai filmati la 19enne è stata spinta a terra e poi colpita per due volte, dopo essersi anche rialzata.

L'arresto