Parte domani, a Castellammare, la distribuzione dei buoni spesa destinati all’acquisto di generi alimentari per le persone in condizioni di disagio a causa dell’emergenza coronavirus.  Questa la reazione del sindaco Gaetano Cimmino. "Una risposta agli scettici, ai disfattisti e ai complottisti che già ci additavano come ritardatari. Siamo tra i primi Comuni della Campania ad effettuare le consegne. Abbiamo lavorato sodo per adottare una procedura semplice e veloce, che tutela anche la popolazione da comportamenti poco ortodossi da parte dell’utenza. Stiamo parlando di soldi pubblici ed è importante fare le cose nel migliore dei modi".

I buoni spesa saranno consegnati domani alle prime 500 famiglie e saranno subito spendibili negli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, il cui elenco sarà inviato insieme ai buoni e aggiornato costantemente sul sito istituzionale. Voglio rassicurare i cittadini: l’autocertificazione non è una pratica da istruire, ma una dichiarazione compilabile in maniera molto semplice. Sono arrivate al momento circa 2300 domande e tutte le famiglie in condizioni di disagio riceveranno i buoni.

Saranno effettuate però tutte le opportune verifiche per evitare che le regole possano essere aggirate: i controlli avverranno attraverso gli uffici competenti ed anche nei negozi aderenti, ad ogni buono è associato un Qr Code e l’affiliazione dei codici avviene mediante algoritmi complessi. I furbetti sono avvisati: con noi avranno sempre palla corta e dovranno giustificare le loro false dichiarazioni davanti alle autorità competenti.