Al Rione Moscarella i carabinieri della stazione di Castellammare di Stabia, con personale della polizia municipale e dell’ASL, hanno messo in atto un servizio teso a scoprire allevamenti di cani impiegati nei combattimenti clandestini. Hanno contravvenzionato, ai sensi della legge regionale numero 16 del 2001, cinque proprietari di 7 cani di varie razze perché sprovvisti di microchip.

Durante lo stesso servizio sono stati scoperti, all’interno di un terreno di circa 50 quadrati, 5 box in muratura e cemento, chiusi da artigianali porte a rete. Sequestrati poiché abusivi.