Nuova puntata della telenovela ZTL -  PUM a Castellammare. Ieri sera sui profili social dell’Ascom, l’associazione commercianti, una nuova missiva alla città da parte del direttivo in cui si denuncia la mancanza di confronto con l’amministrazione comunale sul nuovo PUM, il piano urbano alla mobilità che tanti disagi sta creando in questi giorni in città, con cambi di sensi di marcia mal comunicati e non presidiati e traffico veicolare spostato su arterie già congestionate.

Nella missiva, l’Ascom sottolinea come l’amministrazione non abbia ascoltato le remore dei commercianti, procedendo senza confronto e creando numerosi disagi anche di natura economica per i negozi di via Sarnelli e piazza Giovanni XXIII.

Dal canto suo l’amministrazione tira dritto,  il sindaco Cimmino va avanti nella rivoluzione del sistema di mobilità e per tutte le domeniche di ottobre sarà chiusa alle auto e scooter il cuore di Castellammare. Una sperimentazione in vista dello stop definitivo nel 2021.

L'opposizione consiliare intanto lancia una raccolta firme per aprire una discussione sul nuovo piano traffico di Castellammare. Le minoranze in consiglio comunale lanciano una petizione su Facebook per chiedere agli stabiesi di sostenere la loro proposta.” Notiamo confusione, approssimazione e incertezza. Cittadini hanno fatto petizioni, come nel caso di via Napoli, chiedendo incontri che non sono stati concessi. Pensiamo che un provvedimento di tale portata vada costruito in una sede partecipata e condivisa, di cui il consiglio comunale è il protagonista principale”.