Nella notte, preceduta da un boato avvertito dagli abitanti del posto, si è verificata una frana su un fianco della collina di Varano, a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. Lo smottamento, che non ha invaso la strada sottostante, ha però obbligato i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale a chiudere alla circolazione automobilistica un tratto di Viale delle Puglie, che collega la strada d'ingresso della città a Gragnano e ai paesi della costiera (per via interna).

Non si segnalano abitazioni, persone o cose danneggiate, ma già da questa notte sono state avviate le verifiche necessarie anche per stabilire se con la frana possano essere stati eventualmente trascinati a valle reperti archeologici di pregio di cui l'intera collina è disseminata essendo luogo di insediamento dell'antica Stabiae, con le sue antiche ville patrizie coperte dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., insieme a Pompei ed Ercolano. Il terreno è sotto vincolo archeologico. Di recente avevano suscitato polemiche i lavori decisi dall'Eav, holding regionale dei trasporti, per il raddoppio del traforo della Circumvesuviana tra la stazione di Via Nocera e quella di Castellammare di Stabia. Il progetto del raddoppio della galleria preesistente è stato contestato dagli abitanti di Castellammare di Stabia e dai politici locali.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"