Castellammare di Stabia. Si è spento alla veneranda età di 103 anni il Cavaliere della Repubblica per meriti sportivi Catello Russo, figlio di Pasquale e tra i più grandi velisti stabiesi della storia. Cresciuto tra scafi in costruzione, vari di barche e veleggiate nel Golfo di Napoli, il Cavaliere aveva presto raggiunto i vertici della Vela internazionale, vincendo diversi titoli italiani ed europei sui principali campi di regata italiani, in Grecia, in Canada e in Finlandia, dove aveva conquistato il titolo di Campione d’Europa.

Prigioniero durante il secondo conflitto mondiale, Catello Russo non si era mai arreso. Neppure quando gli era stata amputata una gamba, in seguito alle gravi ferite riportate in guerra combattendo a Tobruk, in Libia, nell’Africa orientale. Tra i tanti amici che si sono raccolti per tributargli l’ultimo saluto, in rappresentanza della Federazione Italiana della Vela è intervenuto anche il Presidente Onorario Carlo Rolandi.

foto tratta da internet