Lesioni personali, detenzione illegale di armi, porto in luogo pubblico di armi, reati in concorso e aggravati dal metodo mafioso sono queste le accuse con le quali è stato arrestato Luigi Russo, 43enni di Castellammare di Stabia.

I carabinieri della locale  Compagnia hanno dato  esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura Generale Della Repubblica Presso La Corte Di Appello Di Napoli, traducendolo nel  carcere di Secondigliano, dove  sconterà  3 anni e 8 mesi di reclusione (dei quali effettivamente da espiare: anni 1, mesi 2, giorni 28).