Parenti serpenti, è proprio il caso di dirlo. Ieri a Castellammare c’è stata una furiosa lite tra fratelli tassisti che probabilmente si contendevano una corsa. Il fatto non è stato ignorato dai carabinieri della compagnia stabiese della stazione di Gragnano che hanno tratto in arresto Sebastiano Ruocco, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di lesioni aggravate ai danni del fratello Eugenio, incensurato.

La lite è cominciata sul viale delle Puglie. I due fratelli discutevano animatamente allorché Sebastiano ha sferrato una coltellata al suo parente ferendolo al torace ed allontanandosi poi con la sua auto. A seguito delle immediate ricerche l’uomo è stato poi rintracciato e bloccato dai militari mentre percorreva via San Sebastiano a Gragnano.

Il fratello ferito nel frattempo è stato portato all’ospedale San Leonardo, dove i medici gli hanno diagnosticato una “ferita aperta alla parete della zona toracica con collasso parziale polmone sinistro e conseguente frattura della quinta costola sinistra” ricoverandolo in prognosi riservata (ma non è in pericolo di vita). L’arrestato è ai domiciliati in attesa di rito direttissimo.