“Le dimissioni del Presidente del Consiglio Comunale di Castellammare di Stabia, Amedeo Di Nardo, rappresentano un altro passo verso quella che appare una soluzione inevitabile: le dimissioni del sindaco Nicola Cuomo e l’azzeramento della giunta”. Sono le parole del consigliere comunale Eduardo Melisse, già candidato a sindaco della città durante le amministrative del 2013.

“Il presidente del Consiglio comunale è la seconda figura istituzionale di riferimento dopo il primo cittadino – continua Melisse – motivo per il quale le sue dimissioni danno il senso di come si sia arrivati ad un punto politico di non ritorno. Il sindaco Nicola Cuomo capisca di non avere i numeri e, per il bene della città si dimetta. Solo da quel momento sarà possibile capire se il partito di maggioranza ha ancora la forza e la volontà di sostenere il suo sindaco e se vi siano numeri per garantire una maggioranza vera e non rabberciata, creata sull’onda della necessità di salvaguardia di poltrone e carriere politiche”.

Parole che il consigliere comunale Melisse chiarisce ancora meglio: “Non è attraverso la caccia al singolo voto per trovare una misera maggioranza numerica che quest’amministrazione, che non ha dato risposte alla città in questi mesi, riuscirà a far partire una fase di rinnovamento. Il sindaco la smetta di chiudersi nelle sue stanze con i suoi consiglieri e guardi, per una volta, in faccia la realtà: le dimissioni, atto di realismo politico e dimostrazione di responsabilità verso la città, sono l’unica strada praticabile”. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"