Nascondeva quasi due chili e mezzo di cocaina purissima in casa, nello storico rione “Savorito” di Castellammare: oggi F.N., giovane donna stabiese di 30 anni, va ai domiciliari. Così ha deciso il gip Emma Aufieri del Tribunale di Torre Annunziata, che ha accolto l’istanza presentata in aula dall’avvocato Antonio De Martino.

La 30enne era stata arrestata venerdì notte, dopo l’ultimo blitz anti-droga condotto dagli uomini della Guardia di Finanza di Torre Annunziata e di Castellammare nei quartieri dello spaccio stabiesi.

Le fiamme gialle (agli ordini del colonnello Carmine Virno) avevano sorpreso F.N. con una quantità incredibile di ‘coca’ nascosta nella sua abitazione. Convalidato oggi l’arresto, la donna andrà ai domiciliari in un’altra casa: a Pompei, anche perché mamma di due figli piccoli (di 4 e 7 anni). In attesa dell’imminente processo.