Tre appartamenti sequestrati. E’ il risultato delle indagini effettuate dal reparto anticrimine della Questura di Napoli che ha dato esecuzione al decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Napoli ai sensi della normativa antimafia, nei confronti di un 64enne originario di Castellammare di Stabia.

L’uomo, già noto alle forze dell’Ordine per omicidio colposo e rissa, apparteneva ad un'associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti operante nel territorio di Castellammare di Stabia, con fatti accertati dal settembre 2002 al maggio 2006, al cui interno svolgeva il ruolo di cassiere e finanziatore, per poi assumere funzioni apicali.

Condannato alla pena definitiva di 10 anni e 8 mesi, ha scontato 9 anni di carcere fino al gennaio 2015. Con il nuovo decreto del Tribunale di Napoli è stato disposto il sequestro di tre appartamenti con le relative pertinenze ubicati a Castellammare di Stabia, intestati al 64enne ed ai suoi congiunti, in considerazione dell'esistenza di ampi e concordanti indizi circa la loro provenienza dall’illecita attività svolta dall’uomo.

II valore globale dei beni sottoposti a sequestro ammonta a circa 400mila euro.