Ieri mattina gli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia, durante il servizio di controllo del territorio, finalizzato anche a garantire il rispetto delle misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno notato in via Bonito un gruppo di quattro persone che, alla loro vista, si sono allontanate  velocemente.

I poliziotti li hanno bloccati ma uno di loro, in evidente stato di agitazione, ha iniziato a minacciarli tentando di interrompere il controllo. C.C., 30enne stabiese, è stato denunciato per resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale nonché  sanzionato, unitamente agli altri tre uomini che erano con lui, per aver violato le misure previste dal D.P.C.M. del 22 marzo 2020.

Inoltre, nella stessa mattina gli agenti, con il supporto della Polizia Locale di Castellammare di Stabia, hanno notato numerose persone all’esterno di una pescheria di via Tavernola ed hanno accertato che tra i clienti, sia all'esterno che all'interno del negozio, non era stata rispettata la distanza di sicurezza di un metro; per tale motivo hanno  sanzionato amministrativamente il titolare con la chiusura immediata dell'esercizio commerciale per 2 giorni e altresì per aver  occupato abusivamente la sede stradale destinata alla circolazione dei veicoli e pedoni.