‘’Si convochi ad horas un tavolo istituzionale con tutti gli enti preposti per affrontare l’emergenza incendi che da giorni investe la città di Castellammare”. Comincia così la nota diffusa dalla responsabile del coordinamento di “Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista di Castellammare” circa l’annosa questione dei roghi attivi sul territorio stabiese e del conseguente rischio di dissesto idrogeologico a cui la popolazione è esposta.
“Da Faito a Pozzano, e oggi come documentato da alcune foto , anche i Boschi di Quisisana sono vittima di mani criminali – continua Longobardi – Il sindaco in prima persona ma anche l’Ente Parco dei Monti Lattari a cui spetta il compito di tutelare la fauna e la flora del posto si attivino in questo senso promuovendo un incontro con i responsabili istituzionali e di protezione civile per aggredire l’emergenza incendi, rispettando ognuno il suo ruolo, ad iniziare da quello preposto alla Protezione Civile, e per stabilire un piano di interventi per i prossimi mesi.”
“Gli alberi che da giorni bruciano, nei prossimi mesi, con l’arrivo della stagione delle piogge, costituiranno un pericolo in termini di dissesto idrogeologico. E' assolutamente necessario, perciò, definire in modo tempestivo gli interventi necessari per mitigare il rischio idrogeologico ed evitare frane nei prossimi mesi. E' importante che tutti gli enti coinvolti si attivino in questo senso. Articolo Uno si fa promotore di questa richiesta confidando nella sensibilità delle istituzioni nell’interesse della comunità locale e del suo patrimonio verde'' conclude la nota.