L’attrice Premio Oscar Cate Blanchett, secondo le ultime notizie in circolazione, potrebbe essere la nuova protagonista di “Borderlands”, adattamento cinematografico ispirato al videogioco sviluppato dalla Gearbox Software - e prodotto da GK Games -  per PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows e Macintosh.

Pare infatti che la nota attrice australiana, una delle poche star hollywoodiane ad avere vinto un premio Oscar sia come “migliore attrice protagonista” che come “migliore attrice non protagonista” - la ricordiamo, tra le altre pellicole, ne “Il signore degli Anelli” e in “Lo Hobbit”- secondo il settimanale “Variety”, sia la principale candidata al ruolo di Lilith nel suddetto film, dietro regia di Eli Roth.

Se molte volte film e serie di successo sono tratti da libri, in questo caso, come è già successo in passato, è un videogame a ispirare i registi per le proprie produzioni, a consolidare il rapporto già presente tra cinema e videogiochi.

Ben noto, a questo proposito, è “Resident Evil”, film del 2002 con Milla Jovovich e Michelle Rodriguez ispirato ai videogames “survival horror” di Capcom, così come anche “Doom” (2005), basato sulla conosciutissima serie ludica.

Si è dunque di fronte a un nuovo approccio al mondo visivo, anche in virtù delle sinergie tra gli operatori.

Il successo dei casinò live in streaming ne è un esempio, come testimonia l’offerta di piattaforme dedicate quali YouTube e Twitch. In questa particolare esperienza di gioco, il casinò diventa praticamente uno spettacolo dal vivo, con tanto di variazione degli scenari: ecco allora che gli utenti possono assistere a un vero e proprio show, con tanto di orari fissati, dove i cosiddetti “casinò streamer” danno sfoggio delle loro abilità, che sia nell’ambito delle slot o in quello del videopoker.

La possibilità di interazione in diretta, tramite chat, consente dunque all’utente un’esperienza che va oltre il videoludico, del resto già anticipata dal successo dei casinò live, come dimostrano le recensioni di 888casino e altri operatori che simulano il gioco di un casinò fisico, con tanto di croupier.

In poche parole, gli utenti del web sono alla ricerca di una modalità di gioco sempre più interattiva e realistica.

La tecnologia 3D è, in generale, al centro di questa nuova e diffusa attitudine alla ricerca di esperienze realistiche nell’intrattenimento, con prospettive di crescita importanti e ampie in ambito ludico, ma non soltanto.

Insomma, dal gioco online ai musei in tridimensione, sarà proprio come essere al cinema.