Chef Cannavacciuolo non rileverà la Casina dei Mosaici nel Parco a Mare di Villa Favorita per il suo nuovo ristorante.

La Fondazione Ente Ville Vesuviane, che ne gestisce la tutela e la valorizzazione (con Villa Campolieto e Villa Ruggiero a Ercolano, e la Villa delle Ginestre a Torre del Greco), precisa che tale informazione è priva di qualsiasi fondamento.

“La Fondazione ha restaurato il Parco inferiore della Villa Favorita, che gestisce in accordo con il Comune di Ercolano – precisa Gianluca Del Mastro, Presidente della Fondazione -. Si tratta di un Parco aperto alla popolazione, in cui si organizzano eventi importanti che possono ospitare fino a 4000 persone. Lì c’è una parte dei nostri Uffici e proprio la splendida ‘Casina dei Mosaici’, per la quale ho ottenuto un finanziamento, gestito dalla Soprintendenza, per alcune attività di restauro”.
Dal 2019 la Fondazione sta verificando con il Demanio ed il Ministero dei Beni Culturali la cessione dell’intero compendio: “attualmente il Ministero sta decidendo su come procedere – prosegue il Presidente Del Mastro -: ci auguriamo, in tempi brevi, di partecipare, con altri Enti, al restauro e alla valorizzazione della parte superiore di Villa Favorita e compendio”.

Sull’ipotetico interesse dello chef Cannavacciuolo per la Casina dei Mosaici, il Presidente si augura di averlo al più presto ospite in una delle iniziative promosse dalla Fondazione e di poter contare sulla sua competenza per la progettualità di eventi, “sempre - conclude Del Mastro - nell’ambito del mandato della Fondazione per la tutela e la valorizzazione delle Ville Vesuviane”.