Ci farete infettare tutti, continuate a portare il virus dai vostri ospedale".

E’ il biglietto vergognoso che un operatore sanitario dell’ospedale San Leonardo di Castellammare si è ritrovato nell’androne del palazzo in cui abita.

Destinataria del messaggio anche la moglie, anche lei impegnata nel nosocomio stabiese, presidio nel quale decine e decine di medici stanno lavorando notte e giorno per cercare di prestare cure e attenzioni ai pazienti.

Accanto a questo foglio, gli operatori sanitari denigrati hanno voluto rispondere, in maniera ironica, al folle autore del gesto: “Vogliamo ringraziare chi ha avuto questo pensiero per noi. Noi negli ospedali ci andiamo per lavorare e questo ci fa onore, consapevoli del fatto di poter portare il virus a casa nostra e ai nostri cari. Purtroppo è il rischio del nostro lavoro. Non ci siamo mai tirati indietro e nemmeno lo faremo dopo questa calorosa dimostrazione di affetto e ammirazione".

Sul caso è intervenuto il sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino: “Un messaggio vergognoso, che merita la condanna di tutta la città. Sono vicino ad Alfredo, l’infermiere che ha trovato nella posta un foglio bianco con ignobili e assurde parole. Un’accusa indecente, schifosa, senza ritegno nei confronti di chi si batte ogni giorno, in prima linea, mettendo a rischio anche la propria vita per salvare le vite altrui. Non smetterò mai di ringraziare tutti gli operatori sanitari che, come Alfredo, continuano a metterci l’anima, profondendo ogni sforzo per prestare assistenza e cure a chi sta male. Siete i nostri eroi – ha concluso il sindaco - sono orgoglioso di voi”.