"Ci mancherai, sarai sempre il nostro angelo". Lacrime e commozione alla chiesa di Santa Croce a Torre del Greco per i funerali del povero Pietro Spineto. Migliaia di persone hanno affollato lo spiazzale per lo sfortunato ragazzo morto per un colpo di pistola esploso sabato scorso, mentre era con un suo amico di 15 anni con gli inquirenti che stanno ancora tentando di capire il motivo (ieri è stato arrestato Armando Gaudino, padre dell'amico). In tanti erano lì per dare un ultimo saluto a Pietro, che è stato onorato anche degli sbandieratori dell'Ipam, gruppo del quale faceva parte.

Toccante e significativa anche l'omelio del parroco Giosuè Lombardo. "Era un ragazzo timido, che si aggrappava a qualunque cosa per non affondare". La Santa Messa è poi proseguita con le lettere scritte dai suoi amici, con gli occhi colmi di lacrime. All'uscita un forte applauso ha accolto la bara bianca di Pietro Spineto che è stata accompagnata lungo i vicoli nei quali era solito uscire fino all'entrata al cimitero.

vai alle foto

vai al video

La conferma dell'arresto

La manifestazione

Arrestato Armando Gaudino

Ritrovata l'arma

Le indagini

Non convince il racconto

Si è costituito l'amico di Spineto

Ucciso ragazzo a Torre del Greco