“Rispettiamo chi dovrà lasciare la gestione del cimitero ma per Pompei è una grande giornata”. Contento il sindaco Nando Uliano che ha ufficializzato, in conferenza stampa, la decisione presa in mattinata con il dirigente Fiorenza. “Mancava l’attendibilità, la solvibilità e la professionalità da parte della ditta – ha continuato il primo cittadino della città mariana – È una grande giornata che dovevamo soprattutto ai nostri defunti che esigevano il ritorno al decoro del cimitero”.

È finita, almeno per adesso, con l’atto firmato da Fiorenza, lo scontro tra Comune e la Mirca, società che si occupa della gestione del camposanto. Altri 30 giorni poi sarà interamente comunale. In questo lasso di tempo l’ente di Palazzo De Fusco dovrà costituire l’ufficio cimitero che si occuperà di gestire l’intera struttura, con un direttore, dei funzionari ed operatori tecnici.

“Eravamo certi di questa soluzione, perché giorno per giorno abbiamo accertato i fatti contestati nella determina”, ha detto Pasquale Cascone, presidente del Comitato Cimitero che da 2 anni si batte per la gestione pubblica.

Tra le contestazioni alla Mirca ci sono il mancato pagamento del canone annuo di 45.000 euro circa, l’applicazione illegittima ed arbitraria delle tariffe e la ‘negligenza nello svolgimento del servizio’.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"