Non è concesso manco 'riposare in pace' al cimitero di Torre del Greco: persino qui i ladri fanno irruziione per trafugare dalle nicchie oggetti in ottone e tutto ciò che può tornare facilmente utile. La triste scoperta l'hanno fatta alcune famiglie torresi lo scorso fine settimana quando, giunte al camposanto, hanno trovato le 'tracce' di quegli assalti: loculi forzati e svuotati di tutto ciò che era stato posto all'interno e che evidentemente i malviventi hanno pensato bene di portar via.

Sul come, poi, queste persone abbiano agito indisturbate è molto semplice spiegarlo: a detta dei torresi vittime di questo genere di danno, manca la sorveglianza e quella che c'è è scarsa. Un problema sul quale già qualche mese fa era intervenuto il consigliere comunale Clelia Gorga, ma che non ha ottenuto l'attenzione necessaria, data la frequenza dei raid segnalati in questi ultimi giorni. Alle 'razzie' si aggiunge poi lo stato di degrado del'intera area, anche questo finito più volte al centro delle polemiche sia in consiglio comunale che nelle commissioni competenti.