Un cuore d’oro. E’ quello di Ciro Immobile, il bomber di Torre Annunziata. L’attaccante della Lazio ha incontrato Giulio, un giovane sportivo, portiere dell’under 16 del Cerveteri, in attesa di un delicato trapianto.

Il loro abbraccio, Giulio non lo scorderà più. Immobile si è infatti recato all’ospedale Bambino Gesù di Roma per fargli visita e una piacevole sorpresa. Un sogno divenuto realtà. Giulio, infatti, si allenava costantemente per bloccare i tiri degli attaccanti, da sempre rapito e conquistato dalle giocate del bomber di Torre Annunziata.

Ora Giulio è alle prese con la parata più complicata della sua carriera. Il giovane portiere è da 40 giorni ricoverato per un’aplasia midollare severa. Si tratta di una malattia rara e autoimmune, denominata anche "anemia aplastica", che consiste nell’incapacità del midollo osseo di produrre un numero sufficiente di cellule del sangue.

E l'unico modo possibile di guarire è quello di ricevere un trapianto di midollo. La famiglia e la società del Cerveteri con la quale milita si sono mossi sui social network per dare visibilità alla situazione del giovane portiere, cercando di diffondere velocemente il passaparola a più persone possibile.

Si cerca ancora il donatore giusto, tra i 18 e i 36 anni, un peso corporeo di almeno 50 kg e che non abbia malattie trasmissibili. Chi volesse donare può ricevere informazioni contattando Admo, ossia l’Associazione donatori midollo osseo. La visita di Immobile ha dato conforto al ragazzo e aiuterà senza dubbio la famiglia in questa corsa contro il tempo.

(foto: Repubblica)


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"