Cittadini attivi per il bene comune. E’ stato questo il pensiero di tutti i candidati di Torre Annunziata al consiglio regionale della Campania, che si comporrà con le elezioni del 20 e 21 settembre.

Nella villa comunale di Torre Annunziata si è svolto l’incontro con la città, un evento organizzato dall’associazione ex allievi di don Bosco di Torre Annunziata “Unione ex allievi don Pasqualino Dati”. Pochi, in realtà, i cittadini presenti all’evento.

Presenti all’incontro Francesco Alessandrella candidato nella lista PER le persone e la comunità, Maria Teresa De Martino candidata con Campania Libera, Francesca Napolitano con Progressisti e democratici e Orfeo Mazzella nella lista del Movimento Cinque Stelle. Assenti Angela Ossame candidata per Fare Democratico e Mauro Iovane per la Lega.

Prima di entrare nel vivo del dibattito i singoli candidati si sono presentati alla cittadinanza mettendo in risalto le proprie personalità e l’impegno che hanno profuso e continuano a profondere per il territorio. Diversi i temi toccati dall’impegno per il territorio, al lavoro, per poi passare ad ambiente e sanità.

Per Orfeo Mazzella “dobbiamo puntare sulla nostra vocazione territoriale (artigianato, ristorazione e turismo) per favorire l’occupazione giovanile attraverso il progetto formazione sul lavoro”.

“Dobbiamo partire dalla scuola. Bisogna formare i giovani” ha proseguito Francesca Napolitano, la quale ha sottolineato che “c’è bisogno di risorse ed è necessario che queste vadano nelle giuste direzioni, il primo passo da compiere è snellire la burocrazia che, spesso, rallenta l’impiego delle stesse”.

A rispondere è stato, poi, Francesco Alessandrella che ha puntato i riflettori sulle famiglie disagiate della città e sui giovani a rischio: “Credo che la prima cosa da affrontare sia fare da collante tra quella che comunemente viene definita zona sud e zona nord”.

Ha concluso il giro di riposte Maria Teresa De Martino che ha puntato sulle bellezze dei nostri territori: “Per risollevare la Campania e la Città dobbiamo bonificare le nostre zone. Quello che mi preme è la riqualificazione delle nostre zone”.

Al termine delle domande i candidati si sono confrontati direttamente con i cittadini presenti che hanno, in questo modo, avuto la possibilità di conoscerli meglio e approfondire i loro programmi elettorali.