“Il Comune di Portici, ha reso noto- attraverso un documento firmato e protocollato dal datore di lavoro- l’aggravarsi dell’inagibilità della struttura del Comando di Polizia Municipale, resa pericolosa dalle infiltrazioni d’acqua. Al momento, infatti si legge nella lettera, mancano interventi, i cui tempi per l’inizio dei lavori si protraggono oltre il termine prescritto dal Dipartimento di Sicurezza e prevenzione dell’Asl Na 3 sud, attivato nei mesi scorsi in seguito alle  nostre denunce.- ha spiegato Maria Uccello, Coordinatore provinciale della Cisl Fp Area Metropolitana Napoli-  Gli agenti non potranno accedere quindi agli uffici per questioni di sicurezza.”

“E’ l’ennesimo capitolo di una storia che denunciamo da tempo, tanto che  la settimana scorsa abbiamo chiesto, ancora una volta,  all’Amministrazione un intervento urgente ed una verifica dei danni causati dalle infiltrazioni di acqua e abbiamo comunicato di nuovo lo stato di pericolo al Dipartimento di Sicurezza e all'Ispettorato del Lavoro”. Continua la sindacalista.

Una richiesta avvenuta prima dell’incidente occorso all’interno del Comando: lo scorso 5 ottobre un’agente è caduta a causa della presenza di acqua al primo piano ed è adesso in infortunio.

Intanto dopo l’interdizione agli uffici nei confronti dei cittadini, ora arriva la chiusura anche per gli agenti.

“Ormai il funzionamento del Comando di Polizia municipale sembra dipendere dalle previsioni meteo- conclude Maria Uccello – non si può lavorare solo quando non c’è la pioggia, ma soprattutto oltre la chiusura l’Amministrazione dovrebbe indicare in quale uffici il personale del Comando deve spostarsi fino a quando non viene eliminato il pericolo, altrimenti ancora una volta non ci  preoccupa minimamente né della salute, della professionalità e della dignità dei lavoratori né dei servizi ai cittadini”.