Alessandro Stoppa, di Pordenone, alla sua prima partecipazione ad un concorso di poesia, è il vincitore della Concorso Nazionale Villa delle Ginestre. Lo ha deciso la giuria presieduta da Davide Rondoni, e composta da Melania Panico, Andrea Galgano, Enrico Fraccacreta e Matteo Palumbo, che ha selezionato i cinque finalisti tra gli under 30 provenienti da tutta Italia: oltre Stoppa, Alessia Iuliano, Alessia Lombardi, Andrea Barone e Nico Giancola, che nel corso della serata conclusiva della XV Edizione delle Celebrazioni Leopardiane hanno declamato i propri componimenti.

La manifestazione, promossa dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane, ha animato nel corso di tre giorni la storica dimora vesuviana con incontri e atelier di poesia.

“Vogliamo consolidare a livello nazionale il ruolo Villa delle Ginestre come Casa della Memoria Poetica – dice Gianluca Del Mastro, presidente della Fondazione -, stimolando giovani poeti a coltivare l’importanza della poesia, a diffonderla e a coinvolgere un pubblico sempre più vasto”.

Il Concorso per tesi di laurea triennale ha visto premiate ex aequo Antonietta De Gennaro e Raffaela Cutolo per i loro lavori su Giacomo Leopardi e Villa delle Ginestre. 

Villa delle Ginestre e Villa Campolieto sono visitabili, su prenotazione, dal martedì alla domenica, in due turni di visite guidate per 15 persone alle ore 10,00 e alle ore 11,30