Nell’ambito del progetto ‘Conoscenza e competenza’ la Campania, dopo l’esperimento dell’anno scorso a cui parteciparono oltre 5.000 giovani, ha riproposto anche quest’anno le misure volte alla formazione del personale, valorizzando e promuovendo l’offerta turistica e culturale.

Questa mattina l’assessore al commercio del comune di Torre Annunziata, Carlo Iavarone, ha incontrato i responsabili di categoria delle imprese locali per sollecitarli a partecipare a 2 bandi della Regione Campania.

Il primo riguarda le imprese turistiche e ricettive che possono fare richiesta per stage e tirocini da proporre a giovani che vogliono avvicinarsi al mondo del lavoro. Nel dettaglio, secondo l’assessore Iavarone, “potranno candidarsi ad essere contenitori formativi tutte quelle aziende locali, anche stagionali, che nel loro picco massimo di assunzioni dell’anno scorso hanno superato i 5 lavoratori. Avranno a disposizione per gli stage un numero pari al 20% del loro personale. Ai giovani sarà data una formazione per il 40% in loco e per il 60% in corsi proposti dalla stessa Regione (vedi tabella in Foto)”.

BOTTEGHE STORICHE. ‘Bottega d’arte e degli antichi mestieri a rilevanza storica’. È la dicitura che, con gli stemmi di Regione, Provincia e Comune, si potrà leggere sulle targhe che saranno concesse ai locali storici e le imprese ultracentenarie che soddisferanno i requisiti della legge regionale 11 del 2014.

Il secondo bando, appunto, è quello relativo alla valorizzazione delle botteghe e delle imprese che esercitano la propria attività nel comune oplontino da più di 50 anni. “La Regione – ha detto l’assessore al commercio – stilerà una mappa con tutti i locali storici della Campania che potranno fregiarsi della targa di ‘rilevanza storica’. Inoltre, per i titolari di queste attività che intendono fare interventi di recupero e di valorizzazione, possono avere un bonus del 50% della spesa che effettuano e, comunque, non superiore a 10.000 euro”.

Infine, l’assessore ha anticipato l’approvazione, nelle prossime settimane, del piano spiagge in cui si cercherà di regolare il demanio comunale.

vai alle foto