“Accogliamo con soddisfazione la volontà della Regione Campania di istituire un tavolo di confronto permanente con il comparto dei florovivaisti”. E’ quanto dichiara Vincenzo Malafronte, presidente del consorzio Produttori e Florovivaisti campani a margine dell’incontro avvenuto a Torre del Greco e che ha visto la partecipazione del delegato all’agricoltura della Regione Campania, Franco Alfieri, del consigliere regionale del Pd, Loredana Raia, del presidente regionale della CIA Angelo Mastrocinque e di una folta rappresentanza di florovivaisti.

“Un’azione di dialogo che poterà solo benefici. Penso, per esempio, alle difficoltà per ottenere le autorizzazione per le serre, visto la farraginosità dei Piani Regolatori dei Comuni, un ostacolo che rallenta lo sviluppo di un settore importante per l’economia della nostra regione - continua Malafronte. La volontà di Alfieri di incontrarci con cadenza mensile è di sicuro un’azione sinergica importante per superare queste difficoltà”.

Malafronte si dice soddisfatto anche della “ferma volontà della Regione Campania, così come ribadito da Alfieri nel corso dell’incontro, di completare nei tempi giusti l’iter procedurale per l’assegnazione e l’inizio dei lavori del nascente Polo Florovivaistico a Torre Annunziata”.

“Abbiamo discusso sulle criticità da superare – ha confermato la consigliera regionale della Campania Loredana Raia -, dei vincoli paesaggistici per l'adeguamento e la riqualificazione delle serre, ma anche di un marchio torrese, si parlerà nel tavolo tecnico che istituiremo in Regione con i rappresentanti della categoria, alcuni dei quali presenti con noi stamattina all'incontro. Un impegno concreto per valorizzare i fiori torresi, un'eccellenza esportata in ogni parte del mondo, per migliorarne lo sviluppo al fine di offrire opportunità di lavoro ai giovani, a cominciare da quelli che desiderano continuare la tradizionale attività di famiglia”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il delegato regionale all’agricoltura Franco Alfieri: “Un'eccellenza della nostra agricoltura dalle grandi potenzialità e con una serie di criticità che vanno affrontate e risolte. Per alcune siamo sulla buona strada, per altre occorre un impegno ancora maggiore. La Regione Campania crede nell'importanza di questo comparto e vuole renderlo, con il contributo di tutti gli attori coinvolti, più moderno e competitivo”.

vai al video