“I contratti di sviluppo rappresentano una manna dal cielo per le imprese in Campania, soprattutto per attrarre investitori decisi a puntare ancora sulla nostra regione, la vera locomotiva d’Italia”.

Queste le parole di Silvana Somma, candidata alla Camera dei Deputati alle elezioni di domenica 4 marzo 2018, con il sostegno del Partito DemocraticoPiù Europa con Emma BoninoInsieme 2018 e Civica Popolare in merito al rifinanziamento dei contratti di sviluppo per 850 milioni di euro a valere su risorse del Fondo di sviluppo e coesione.

“Non ci nascondiamo sulle difficoltà – ha spiegato Silvana Somma - che le politiche del Pd hanno avuto in questi anni, così come non nascondiamo gli ostacoli che siamo riusciti a superare. Questo accordo rappresenta una grossa boccata d’ossigeno che avrà un grosso impatto sulle strategie di sviluppo futuro della Regione Campania. E’ chiaro che non è una bacchetta magica: tuttavia, dobbiamo essere sempre più consapevoli che questa è la strada giusta da perseguire. Se si vuole creare una vera occupazione ed attrarre investimenti, lo si può fare solo promuovendo le aziende migliori, incentivandole a trasferirsi in Campania, una regione che ha fatto registrare un Pil al 4%, in netta controtendenza con il resto del paese. Oggi la Campania è la vera locomotiva dell'Italia e con questi fondi destinati alle zone di sviluppo, alle zone economiche speciali, si possono mettere le basi e creare condizioni ideali per far ripartire il paese”.

I fondi già stanziati per l’Accordo di Programma Quadro tra Regione, Ministero dello Sviluppo e Invitalia – circa 325milioni di euro, di cui 150 cofinanziati dalla Campania – erano in procinto di essere assorbiti dalle numerose richieste di investimento pervenute allo sportello dell’Agenzia nazionale di sviluppo. Con l’approvazione del nuovo stanziamento di 850 milioni da parte del Cipe, che per l’80% andranno al Sud – quindi 680 milioni di euro – si potranno sostenere in modo ampio e diffuso nuovi accordi di sviluppo e favorire l’afflusso in Campania di nuovi consistenti investimenti di grandi dimensioni.

“Non possiamo che esserne lieti per l’economia, le imprese produttive e l’occupazione dei nostri territori ed offrire in tal senso tutto il nostro sostegno”, ha dichiarato Silvana Somma, guardando in prospettiva anche su alcuni punti di interesse del collegio in cui è candidata, in ottica d’impresa ma anche e soprattutto in chiave turistica: “Se Castellammare dovesse perseguire la politica di privatizzazione delle Terme di Stabia, è chiaro che i nuovi investitori, con i contratti di sviluppo avrebbero uno strumento ideale per far ripartire la nuova impresa, con un supporto notevole da parte dello Stato”, ha concluso Silvana Somma.