“Finalmente siamo in sintonia con l’amministrazione di Pompei sul contratto collettivo che migliora la qualità del lavoro dei dipendenti pubblici”. È il primo commento di Biagio Prezioso, dirigente territoriale della Cisl-Fp, che è intervenuto al tavolo di concertazione tra il governo locale e le parti sociali per riscrivere il contratto datato 2006. “Auspichiamo tempi molto rapidi, rispetto e regole nuove anche per i dirigenti”.

Punti del contratto. Intense ed alcune volte anche con toni accesi sono state le riunioni di preparazione del contratto tra gli stessi dipendenti ed i loro rappresentanti sindacali. I punti fondamentali sui quali hanno posto l’accento sono: ‘La riscrittura e l’affidamento delle posizioni organizzative al personale di categoria D, funzionari e capiservizio’. La ‘Regolamentazione dei buoni pasto’ con la conferma dei 3 rientri a settimana ed una maggiore apertura al pubblico. ‘La valutazione dei dipendenti pubblici e gli incentivi’. Anche su questo punto gli utenti avranno un ruolo chiave e non più marginale, dato che con il loro contributo si perfezioneranno gli incentivi di fine anno.

Viva soddisfazione anche di Giuseppe Acanfora, dirigente RSU: “Abbiamo riscritto le regole importanti in materia di contrattazione, concertazione e diritto all’informazione che sono alla base del rapporto tra i lavoratori ed i cittadini che usufruiscono dei servizi che offre l’ente. Abbiamo azzerato – conclude Acanfora – il contratto scritto 8 anni fa e mai sottoscritto dalle parti sociali, riscrivendone uno ex novo”.

Il contratto collettivo, presentato dalle parti sociali, è ora al vaglio dell’amministrazione Uliano.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"