I Carabinieri del NAS di Napoli, nell'ambito dei servizi disposti dal comando carabinieri per la tutela della salute, hanno svolto controlli presso 15 ristoranti a conduzione etnica attivi sull'intera provincia partenopea, al termine dei quali sono stati sequestrati 120 chilogrammi di prodotti alimentari a base di pesce e carne.

Sono risultati privi di tracciabilità e non destinabili al consumo, per un valore di 5.000 euro. Le verifiche sono state eseguite sull'idoneità dei prodotti alimentari e delle materie prime utilizzate per la preparazione delle pietanze, nonché sulla corretta aderenza con la disciplina del settore alimentare per prevenire possibili situazioni di tossinfezione e di frode alimentare.

Nel corso delle verifiche sono state elevate 25 violazioni amministrative in materia di igiene e sicurezza alimentare per complessivi diecimila euro e disposta la chiusura di due depositi riconducibili ad altrettanti esercizi di ristorazione gestiti da cittadini cinesi. Del valore di circa 550.000 euro, per carenze igienico sanitarie.