“La riapertura della Fincantieri può rappresentare un focolaio da 500 lavoratori”. Il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino ha espresso al Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e al Prefetto di Napoli Marco Valentini tutte le sue preoccupazioni per la riapertura dell’azienda, che dovrebbe avvenire il prossimo lunedì.

Il primo cittadino, già lo scorso 12 marzo, aveva scritto una lettera all’amministratore delegato Bono di valutare la sospensione temporanea delle attività e l’utilizzo di ammortizzatori sociali tra le iniziative a tutela della salute dei lavoratori.

Ora Cimmino vuole intervenire per evitare che si possa creare un focolaio in un sito industriale che accoglie oltre 500 lavoratori.  “In questa fase di grave emergenza sanitaria, ritengo che la tutela della sicurezza e della salute di ogni singolo lavoratore sia prioritaria rispetto a qualsiasi altra esigenza dettata dal mercato”. Ha affermato lo stesso sindaco di Castellammare.