Sono 97 i decessi in più rispetto alla giornata di domenica 8 marzo. Il delegato della Protezione Civile Angelo Borrelli ha diramato il bollettino sull’emergenza Coronavirus.

Sono 1598 i pazienti risultati positivi al virus, 7985 i totali, dei quali 4316 sono in stato di ricovero con sintomi, il 10 per cento in terapia intensiva o sub intensiva, 3mila in isolamento domiciliare.

Sono 102 i guariti, per un totale di 724 pazienti. 97 i decessi che portano a 463 il numero totale delle vittime in Italia. La fascia più colpita è quella relativa alla fascia di età compresa tra gli 80 e 89 anni (44 per cento dei decessi di oggi, prevalentemente caratterizzati da persone fragili e con pluripatologie pregresse).

Nel frattempo la Protezione civile ha fatto sapere che è in corso l’attività di raccordo con le regioni per il reperimento e consegna della strumentazione necessaria per le strutture sanitarie. Avviata la consegna di 325 respiratori per la terapia intensiva, distribuite 1 milione di mascherine, anche negli istituti penitenziari, recente teatro di disordini di vario tipo. Sempre all’interno delle carceri, montate circa 80 tende per il pre triage.