“L’esito dei tamponi arriva in ritardo, occorrono tempi più rapidi e tamponi anche per i soggetti fortemente a rischio”. E’ quanto ha chiesto il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba, presidente della Conferenza dei sindaci dell’Asl Napoli 3 Sud, ai vertici dell’azienda sanitaria locale.

Con una lettera inviata al direttore generale Gennaro Sosto ha lamentato “lentezza di comunicazione che hanno come conseguenza il tardivo impiego delle necessarie e tempestive misure di competenza dei Comuni atte a contrastare e contenere il diffondersi dell’epidemia”.

Emblematico il caso di una paziente la cui comunicazione di positività al virus è pervenuta appena qualche ora prima di quella successiva con la quale si informava l'ente territoriale competente dell'avvenuto decesso. “La signora era ospedalizzata da diversi giorni – ha spiegato nella lettera il sindaco -. Sarebbe stato opportuno attivare, anche in assenza di esito, le misure di contenimento del contagio”.

L’appello del sindaco è chiaro: “Conoscere i tempi di attivazione dell'istituendo laboratorio dell'Asl Na 3 Sud e se ciò possa, davvero, rappresentare l’opportunità per il nostro comprensorio, di avere tempi più ragionevoli e certi per l’individuazione dei casi positivi e consentire a tutti i sindaci di poter tutelare al meglio le comunità che rappresentano. Un atto dovuto nei confronti di quanti stanno vivendo con angoscia e paura questa emergenza epidemiologica nazionale che ha investito, direttamente, la nostra città e altre intorno a noi”.