Il  Sindaco  di san Giorgio non molla la presa , e oltre a disporre continue sanificazioni delle strade e a informare  ed esortare  senza sosta i suoi concittadini  a stare a casa ha disposto un nuovo approccio alla sicurezza più deciso  dando una ulteriore stretta  alla libertà di movimento : ha disposto, d’accordo con le Forze dell’Ordine,  il controllo degli accessi alla città  su tutto il territorio con  posti di blocco  posizionati  nei vari punti strategici  di ingresso ed uscita .

Dunque anche San Giorgio diventa città blindata . Una attenzione particolare di notte poi per coloro che rovistano nella spazzatura, e per questo sono state denunciate due persone straniere, provenienti da Torre del Greco, sorprese a frugare tra i rifiuti nei pressi della stazione Circum.  Sono700 mila le  persone che  vivono sul territorio  vesuviano , quindi si  comprende quanto sia necessario effettuare continui  controlli.  Il nuovo decesso di ieri  per coronavirus  è arrivato  a San Giorgio proprio quando si aveva in città la percezione  se non di  miglioramento quanto meno di  una  stabilità della situazione generale di contagio  e di rispetto dei  divieti  .

La cosa allarma  non poco i cittadini e gli amministratori anche se gran  parte della città  ha risposto in maniera positiva come sempre fa la comunità sangiorgese , ligia alle regole. Esiste purtroppo una piccola minoranza che deliberatamente non rispetta le norme  e che  con il suo comportamento  irresponsabile può contagiare i propri familiari e le persone chi gli stanno vicini.  Da qualche giorno si è stabilito di mettere sul sito Giorgio Zinno Sindaco  l’elenco degli  oltre  50 commercianti che civilmente hanno  deciso di dare la loro collaborazione e  fare le consegne a  domicilio  per le persone  anziane, inattive o disabili o immunodepresse  facendo  in modo che i cittadini  potessero restare in casa unico rimedio per rallentare il dilagare del virus . 

A ciò si aggiunge   l’impegno di numerose associazioni esistenti sul territorio  e  l’ intensa attività della Protezione Civile .  Infine , in vista del ritiro delle pensioni che inizierà domani 26 marzo, il Sindaco  fa sapere che sono state già transennati gli accessi agli uffici postali  di via Bachelet e via Aldo Moro e domani ci saranno anche agenti della PM per assicurare la distanza di sicurezza e quindi evitare assembramenti.   Da ricordare inoltre che per  il ritiro delle  pensioni è stato stabilito il criterio della suddivisione in ordine alfabetico, quindi  dovranno recarsi alla posta solo coloro che hanno il cognome  corrisponde alla lettera indicata  per quel giorno.     

“Sono consapevole che restare in casa tutto il giorno, per non si sa ancora quanto tempo, con l’ansia di non sapere cosa potrebbe succedere domani,  può generare disordini, sbalzi di umore e in alcuni casi anche depressione –  dichiara il Sindaco Zinno - abbiamo deciso  quindi di attivare un nuovo servizio, a disposizione di tutti i cittadini dell’Ambito N28.  E’ possibile richiedere un appuntamento telefonico all’indirizzo e-mail [email protected] o chiamare dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 i numeri 3295610338 o al 3389943978. In questo modo sarà possibile avere un  aiuto psicologico”.