“Uniti anche in questo momento di difficoltà”. Non si fermano le attività della Comunità Alloggio “Mamma Matilde” di Torre Annunziata e della comunità "Peppino Brancati". All’interno del centro di via Margherita di Savoia, ci sono ancora tutti i giovani, che stanno vivendo con grande laboriosità l’emergenza Coronavirus, assieme a don Antonio Carbone della Onlus Piccoli Passi Grandi Sogni.

LA SITUAZIONE. E’ proprio il parroco dei salesiani a illustrare l’attuale situazione. “Il nostro lavoro non si ferma ed è più difficile che mai. I ragazzi della Casa famiglia devono stare lontani dai loro cari, mahanno capito e stanno tenendo duro. Poi ci sono i veri eroi, che sono gli operatori. Loro vengano a lavorare in spazi ristretti e poi tornano a casa, dove spesso incontrano o i propri figli piccoli o genitori anziani”.

LE ATTIVITA’. Tante sono comunque le attività messe in campo da don Antonio Carbone e il suo staff. “Stiamo cercando di rimodulare le nostre giornate – ha dichiarato- Abbiamo riscoperto alcune tradizioni come produrre pasta fatta in casa, inoltre un gruppo sta anche preparando un cortometraggio. Poi abbiamo aperto anche un laboratorio di giardinaggio, che si aggiunge alle lezioni svolte due volte alla settimana al Pizzoratorio”.

IL GESTO. Proprio ieri sera i ragazzi della pizzeria, hanno fatto una donazione alle forze dell’ordine. “Abbiamo voluto darle a loro, che stanno vivendo questo momento di grande difficoltà in trincea. Il mio grazie va anche alla pizzeria Fratelli Caponi per averci donato le materie prime”.

LA SPESA DOMICILIARE. Il gruppo Salesiani di Torre Annunziata, che stamane ha anche celebrato una messa a porte chiuse, si sta anche spendendo per la spesa domiciliare agli anziani. Un ‘ennesima conferma di unione. “Grazie anche alla collaborazione con il Comune abbiamo già ricevuto almeno una decina di richieste per consegnare farmaci a qualche persona anziana in difficoltà –ha concluso don Antonio- Come in tutti i momenti di criticità, c’è anche chi con il cuore va oltre gli ostacoli, proprio come questi ragazzi. Speriamo che tutto si risolva al più presto”.

vai alle foto