E’ stato messo in quarantena l’intero palazzo dove viveva la 49enne di Trecase trovata positiva al Coronavirus, dopo un tampone effettuato all’ospedale di Boscotrecase. In attesa delle controanalisi dello Spallanzani, il sindaco Raffaele De Luca ha deciso di porre in sicurezza gli abitanti dello stabile, nel quale attualmente vivono sette nuclei.

“Le famiglie stanno tutte bene- ci ha tenuto a precisare il primo cittadino- Assieme all’Asl Na 3 Sud stiamo monitorando le loro condizioni. Ho parlato anche con il marito della docente di Torre del Greco ed è in casa assieme ai suoi tre figli".

IL COC DI TRECASE. Nel frattempo a momenti verrà istituito il Centro Operativo di Controllo nella sede della Protezione Civile di via Sciesa (che aprirà ufficialmente domani, poiché i locali sono stati oggi sanificati). A farne parte, oltre al sindaco De Luca, saranno il comandante dei vigili urbani Gennaro Balzano e l’assistente Marialaura Cirillo, il coordinatore della protezione civile Carmine Alboretti, il dottore Marasca dell’Asl e i tecnici del comune di Trecase con il caposettore Antonio Iovino e il geometra Ammirati.

E’ stato anche attivato un numero attivo 24 ore su 24 (0815369670) per tutti i cittadini che vorranno avere delucidazioni.

LE PRECISAZIONI DI CAROTENUTO. Anche Pietro Carotenuto, sindaco di Boscotrecase, è intervenuto sulla vicenda della 49enne ed ha fornito alcune delucidazioni. "Ieri sera il direttore sanitario dell’ospedale di Boscotrecase mi ha informato dell’esito di due tamponi effettuati ad altrettanti soggetti che presentavano sintomi di contagio da Coronavirus. Un tampone risultato negativo e l’altro invece, relativo ad una donna, risultato positivo. Accertata l’identità della signora, cittadina di Trecase, ho provveduto ad informare il Sindaco Raffaele De Luca, che ha immediatamente attivato tutte le procedure previste dal Ministero della Salute. La donna è stata poi trasferita all’ospedale Cotugno di Napoli. Poiché da ieri sera circolano voci relative a due dei tre figli della signora che frequentano le scuole di Boscotrecase, accertata anche questa circostanza, ho provveduto stamattina a contattare subito l’Asl di competenza. Il responsabile, col quale mi sono rapportato costantemente tutto il giorno, mi ha informato che i contatti diretti della signora, marito e figli quindi, sono tutti in isolamento domiciliare sorvegliato dall’Asl e sottoposti quindi alle misure previste dal protocollo ministeriale. Allo stato attuale non destano alcuna preoccupazione, stanno bene, non hanno alcun sintomo e resteranno in isolamento controllato fino al termine del periodo previsto dal protocollo. Per il personale docente e gli alunni frequentanti le classi dei due ragazzi, considerati tecnicamente “contatti dei contatti”, come riferito dall’asl, non ci sono preoccupazioni e non c’è allo stato alcuna esigenza di adottare misure particolari". 

La chiusura

primo caso a pompei

Il bollettino

Il punto di De Luca

La preoccupazione degli studenti

la scaramanzia

le donazioni

il blocco

le reazioni di tonino scala

Lezioni a distanza alla Leopardi