''Immaginiamo che in autunno ci possa essere una ripresa fisiologica del virus ma sono ottimista perché siamo molto preparati e abbiamo strutture idonee per accettare i pazienti, per accoglierli e curarli in maniera più mirata rispetto allo scorso marzo''.

E' l'opinione espressa dal direttore generale dell'Azienda dei Colli, Maurizio Di Mauro (da cui dipende l'ospedale Cotugno), anche in vista della ripresa dell'anno scolastico il cui inizio è fissato in Campania per il 14 settembre.

Una curva che, secondo Di Mauro, dopo il picco di contagi che si sta registrando in queste settimane, dovuto principalmente al rientro dalle vacanze estive soprattutto di giovani, potrebbe tornare a numeri più 'ordinari' per poi probabilmente risalire in autunno.

''La speranza - ha sottolineato - è che la sintomatologia sia più attenuata, con meno letalità e capacità di aggressione. Questo ci consentirebbe di poter trattare i pazienti più tranquillamente''. Ma proprio in vista dell'autunno alle porte, Di Mauro invoca ''responsabilità''.

"In questa estate ci siamo permessi e consentiti di tutto - dice - ora è tornato il momento di rispettare le prescrizioni e dunque di utilizzare la mascherina e rispettare il distanziamento. Sono stato molto duro in queste settimane con i giovani, che sono per la maggior parte asintomatici, ma che possono trasmettere il virus in famiglia a soggetti più anziani o con patologie pregresse ma purtroppo devo dire che non c'è stata alcuna responsabilità anche da parte di chi ha accolto questi giovani nei locali e nelle strutture. C'è stata molta leggerezza da parte di chi ha gestito questi processi che forse andavano un po' limitati''.