Esplosione di contagio da variante inglese a Gragnano. Il sindaco corre ai ripari chiudendo piazze e parchi pubblici per una settimana, oltre alle scuole.

E’ quanto si evidenzia nell’ultima ordinanza firmata dal sindaco Cimmino. Secondo gli ultimi dati sono 415 i pazienti attualmente positivi, con una percentuale positivi/tamponi pari al 17 per cento solamente negli ultimi tre giorni, a fronte di quella del 9,31 su base regionale.

Il dato che più ha preoccupato il primo cittadino è quello giunto il 21 febbraio scorso, circa 6 giorni fa e comunicato solo oggi. I tamponi eseguiti il 20 febbraio hanno dato un esito allarmante per i nuovi contagi da variante inglese del covid. Circa il 90 per cento, infatti, è stato contagiato da questa nuova forma, molto più trasmissibile rispetto alle altre.

Ragion per cui da domenica 28 febbraio a domenica 7 marzo verranno chiuse al pubblico le piazzette pedonali e i giardini della città. In tutte le piazze vigerà il divieto di permanenza per non per attendere l’accesso agli esercizi commerciali del posto. Prorogata la didattica a distanza per tutte le scuole, ad eccezione di alunni diversamente abili o autistici. Decisione peraltro già indicata dal governatore De Luca, che ha recentemente chiuso scuole e università fino al 14 marzo 2021.