Alleggerire la pressione sui pronto soccorso utilizzando cliniche limitrofe.

L’Asl Napoli 3 Sud ha avviato una procedura di convenzione per decongestionare gli ingressi per i pronto soccorso che al momento lamentano gravi criticità come quello del San Leonardo di Castellammare di Stabia e quello di Nola. Dodici posti letto degenza che permetteranno di evitare altri affollamenti.

In questi giorni è una perenne corsa contro il tempo per salvare quante più vite possibili. Al San Leonardo in particolare, è ancora fresco l’allarme lanciato da sanitari, medici di base e farmacisti sulla carenza di ossigeno e dei posti letto. Gli ospedali si riforniscono ma il fabbisogno è tale che finisce rapidamente. Una continua corsa contro il tempo. Anche oggi il bilancio dell’ospedale stabiese si è aggravato. Due nuove vittime dopo i 4 pazienti di ieri che hanno reso ancor più drammatica la situazione.

Ecco allora che, per alleggerire le prese in carico, è stata stipulata una convenzione con la Clinica Maria Rosaria di Pompei e con un altro istituto di Pomigliano. In tutto dodici posti letto di degenza, con l’obiettivo di deviare il flusso di pazienti in via di guarigione o non critici verso altri presidi.

il fatto

Il chiarimento