Si fingono infermieri inviati per fare i tamponi. Vestiti con le tute bianche di chi indossa le protezioni contro il Covid. In giro a Sant'Antonio Abate bussano alle famiglie per tentare truffe dicendo di essere inviati dal comune. La seconda forma di raggiro dopo le telefonate a casa di pazienti proponendo controlli a 60 euro avvenute nel napoletano nei giorni scorsi.

A lanciare l'allarme invitando a denunciare alle forze dell'ordine è il sindaco Abagnale. "Ci è giunta notizia che ci sono individui in circolazione fra le abitazioni private che bussano alle porte - con indosso tuta di protezione monouso con cappuccio, guanti, mascherina e visiera - fingendosi infermieri inviati dal Comune per la somministrazione di tamponi" spiega il primo cittadino. Ma si tratta di finti operatori sanitari. "È assolutamente falso, non abbiamo avviato alcun tipo di iniziativa del genere. Non aprite le porte di casa a sconosciuti non identificabili, soprattutto perché irriconoscibili".

Poi l'appello a denunciare: "Prendiamo le distanze da tali azioni truffaldine ed invitiamo vivamente la cittadinanza a denunciare l’accaduto alle Forze dell’Ordine".