Cancellati i divieti per giovani e negozi. Gragnano abbandona il patto stretto con Castellammare e Santa Maria la Carità.

Dalla serata di lunedì 8 marzo il sindaco Paolo Cimmino ha fatto retromarcia, pubblicando una nuova ordinanza che, di fatto, cancella quella di sabato. Sparite le novità concordate con i sindaci delle città limitrofe. Niente chiusura anticipata dei negozi, potranno restare aperti fino alle 20 e le pizzerie fare asporto fino alle 22. Cancellato anche il coprifuoco per i ragazzi, dai 14 ai 24 anni, alle 18. Naturalmente c'è sempre l'obbligo di uscire solo per motivi strettamente necessari, come in tutto il resto della Regione.

Quindi sparita la "zona rossa rinforzata", restano le norme in vigore in tutta la Campania e i divieti già introdotti in precedenza con le limitazioni per gli ingressi in supermercati e chiese, come al cimitero e il divieto di assembramenti nelle piazze. È durato solo 48 ore l'accordo a tre. E Gragnano torna a combattere il virus a modo suo.

l'ordinanza