“Certe decisioni spettano alla Direzione strategica”. Così Savio Marziani, direttore sanitario del Covid Hospital Boscotrecase risponde alle sigle sindacali, che lo avevano accusato di non guardare al futuro del Sant’Anna-Madonna della Neve.

“Io sono arrivato in piena esplosione dei contagi e trasformo l’ospedale e attivo tutte le specialistiche- ha affermato il dirigente dell’azienda- Siamo gli unici ad avere le specialistiche medico-chirurgiche attive. Poi la conversione, finisce l’emergenza e riconvertiamo l’ospedale. Poi terza ondata e in 24 ore ricambiato tutto. Ci sono 130 ricoveri e 60 posti occupati in sub intensiva. Ho costruito una struttura d’eccellenza, riaprendo l’emodinamica dopo 5 anni di chiusura.

Poi ha aggiunto “Nessuno è stato epurato. Solo quattro persone hanno deciso di andare via perché non si sentivano idonei. Abbiamo solo intrapreso delle indagini su alcune anomalie all’interno della direzione quando sono arrivato. Stiamo per partire con tutti i lavori di riqualificazione. I sindacati hanno ragione, ma io sono un manager d’emergenza, serve qualcuno che porti avanti la continuità. Ci sono nove pazienti ed è inutile avere tutto l’ospedale aperto”.

Infine l’ammissione “Ci sono oltre cento infermieri e Oss in più, mentre in altri ospedali si piange. Alcune decisioni non posso prenderle io, ma la direzione strategica”.