L’aumento dei contagi nel vesuviano non sta gravando sul Covid Hospital Boscotrecase. E’ tranquilla la situazione al Sant’Anna-Madonna della Neve, dove c’è stato solo un aumento del 20% di ingressi rispetto agli ultimi tempi.

A confermarlo è Savio Marziani, direttore sanitario del nosocomio. “Credo sia solo un postumo del Natale. Poi bisogna calcolare anche un po’ la ripartenza delle scuole e il fattore freddo che ci costringe sempre più a stare in luoghi chiusi –ha affermato- C’è ancora ampia disponibilità di posti in medicina generale. Inoltre saranno attivati altri, entro venerdì, altri 11 posti di pneumologia e subintensiva al quarto piano. Successivamente ne saranno disponibili altri 4 di dialisi, per un totale di 92 posti letto. Poi avrà inizio il restyling del secondo piano, dove saranno migliorati l’emodinamica e il reparto di cardiologia con annessa Utic”.

Particolare attenzione anche al piano vaccinale. Negli ultimi giorni i sindaci del vesuviano, con a capo Pietro Carotenuto primo cittadino di Boscotrecase, hanno esplicitamente chiesto alla direzione sanitaria di avviare le dosi anche per la popolazione. A cominciare dalle forze dell’ordine. “Noi siamo pronti –ha concluso Marziani- La nostra struttura è pronta e siamo capaci di vaccinare ben 300 persone ogni giorno. C’è disponibilità sotto il profilo strategico, ma la direzione sta ancora valutando. Anche se aspettiamo con trepidazione prima di tutto i vaccini”.

Il punto di vista