Una nuova vita per l’ospedale di Boscotrecase. Prosegue senza sosta la riqualificazione del Sant’Anna-Madonna della Neve, che ormai da quasi un anno è diventato un presidio dedicato soltanto ai casi di contagio da Covid.

IL RESTYLING. Il direttore sanitario Savio Marziani ha così voluto tranquillizzare tutti i cittadini del comprensorio tra Torre Annunziata e Boscoreale in vista del futuro. “La gente stia tranquilla perché siamo in una fase di restyling. Sarà creata un’unica piastra per il pronto soccorso, che diventerà punto di riferimento dell’intera zona. Inoltre da qualche settimana abbiamo attivato altri 22 posti di sub-intensiva al quarto piano più altri 11 di pneumologia, che possono essere subito trasformati in caso di necessità. Mentre al terzo stanno proseguendo i lavori per la messa a norma di impianti nuovi. Ci sarà presto un’area dedicata alla dialisi Covid (dai 4 ai 6 posti letto) e ci permetterà di essere uno dei quattro ospedali della Campania, che potranno accogliere pazienti che ne hanno bisogno. In più ci saranno altre 40 postazioni di medicina”.

Ma le innovazioni al Covid Hospital Boscotrecase non si fermano. “Stiamo mettendo in moto la cartella elettronica del paziente. In tempo reale potranno così consultare le terapie da seguire. In questo momento c’è interazione con la direzione centrale e vari reparti e con il servizio informatico aziendale per l'organizzazione. Sarà fatto qui in formato sperimentale e passerà automaticamente anche in regione”.

CASO VACCINI. Tra 3 giorni è previsto il richiamo per gli operatori, che si sono sottoposti al primo vaccino Pfizer. Ma in questo momento non c’è molta disponibilità. ““Siamo in attesa che il Governo centrale, tra un passaggio di colore e un altro, si deve ricordare che siamo in emergenza –ha criticato Marziani- Perché siamo senza vaccini”. Nei giorni scorsi lo stesso direttore sanitario aveva parlato già di una vaccinazione estesa a tutta la cittadianza, vista la disponibilità di spazi e di personale qualificato, ma al momento è ancora tutto fermo

LA SITUAZIONE. Nessuna terza ondata, fino a questo momento, al Sant’Anna Madonna della Neve. Da Natale a oggi si sono registrati 10 decessi, mentre ci sono 5 posti liberi in medicina Covid e uno a testa tra sub e intensiva. Il totale dei ricoverati a Boscotrecase adesso è giunto a 57 unità.